Itinerari a Venezia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Piccola Guida per scoprire la città

Abbiamo realizzato alcuni itinerari per guidare la vostra visita della città attraverso le sue parti più conosciute ma anche quelle più misteriose.

Primo Itinerario > Attraverso il Sestiere di
Cannaregio

Stazione Santa Lucia, si passa davanti alla chiesa di Santa Maria di Nazaret o degli Scalzi, opera barocca di Baldassare Longhena, iniziata nel 1672 e consacrata nel 1705. Si continua in Rio terrà Lista di Spagna fino in Campo San Geremia con palazzo Labia, dimora patrizia del ‘700 con affreschi di G.B. Tiepolo e la chiesa dedicata a San Geremia e Santa Lucia.

Ponte delle Guglie, prima di attraversarlo, fondamenta sulla sinistra, c’è un’entrata al Parco pubblico Savorgnan. Proseguendo lungo la fondamenta si arriva al Ponte dei Tre Archi, inaugurato nel 1580, unico nella sua struttura. Al di là del ponte sorge la chiesa di san Giobbe, uno dei primissimi esempi di architettura rinascimentale a Venezia, con una ricca sacrestia contenente armadi originali del’500 e un trittico del Vivarini.

L’ultimo sottoportico della fondamenta introduce alla Baia del Re. Si tratta di una zona realizzata all’inizio del ’900 con l’imbonimento di barene, dove si costruì il più grande complesso di case popolari esposte al nord della laguna in balia del vento e del freddo, per cui venne chiamata Baia del re, paragonabile al freddo che proprio agli inizi del ‘900 incontrò il generale Umberto Nobile nella Baia del Re delle isole Svalbard, campo base della sua sfortunata spedizione al polo Nord. Vi sono due bei ponti di legno, completamente di legno e ferro.

Attraversando il Ponte dei Tre Archi e girando subito a destra percorrete al contrario la fondamenta sul lato opposto del Rio di Cannaregio, dopo il Gam Gam Restaurant entrate nel sottoportico che conduce in campo Ghetto Vecchio e campo Ghetto Nuovo, il più antico ghetto ebraico al mondo. Attraversate il ponte e girate a destra, proseguite fino al Ristorante da Rioba e girate a sinistra, attraversate il canale e arrivate alla chiesa di Santa Maria dell’Orto, stile gotico, XIV sec. (vi è sepolto Tintoretto e conserva sue opere). Raggiungete poi la Chiesa dell’Abbazia della Misericordia e da qui indirizzatevi verso Strada Nuova, da cui potrete raggiungere Campo Santi Apostoli e Rialto.

Molti altri itinerari per scoprire la città passo passo e non perdere le sue meraviglie disseminate ovunque, sono a disposizione dei nostri ospiti!

Scopri Venezia

Inizia Una Chat
Ti Servono Info?
Ciao, Sono Sabina di Venice Rental Apartments!
Hai Bisogno Di Informazioni?